Soccer

Arteta on Jesus, Zinchenko, Timber, rotation


Buongiorno a tutti, facciamo un piccolo riepilogo delle citazioni per la conferenza stampa di Mikel Arteta di ieri, prendendo brani dalla sezione live e dalle citazioni sotto embargo delle 22.30 di ieri sera.

Ulteriormente a il post di ieri riguardo a Gabriel Jesus e ai suoi problemi al ginocchio, all'allenatore è stato chiesto se questo potrebbe essere un problema che potrebbe avere un impatto a lungo termine sulla sua carriera, e ha minimizzato completamente la questione, dicendo:

No, non credo. Quando lo vedi allenarsi come si è allenato oggi, ancora una volta, non c'è niente. Gli infortuni fanno parte del calcio. Ne aveva alcuni. Guardi quante partite ha già giocato alla sua età e il livello di partite che ha giocato, è una carriera incredibile quella che sta avendo. Non è una preoccupazione.

Per quanto riguarda quanto potrà giocare durante questo rodaggio, c'era la domanda se sarebbe stato in grado di giocare in ogni partita se avessimo avuto bisogno che lo facesse:

È possibile, sì. Se guardi alla storia in sette anni non l'ha fatto. Ma può farlo? Sì, è preparato, ora sta bene fisicamente e poi si deciderà quanti calci prenderà, quel tipo di elemento di stanchezza che entra in gioco in una partita in relazione al risultato. Tanti fattori, ma lui è pronto. Sembra davvero in forma adesso.

Non credo che nessun allenatore, soprattutto nessuno taciturno come Mikel Arteta, darà pubblicamente informazioni sulla situazione degli infortuni di un giocatore, ma è interessante che il suo aggiornamento sia un po' in contrasto con ciò che Jesus stesso ha detto riguardo al potenziale per l'estate. chirurgia. Speriamo comunque di prenderlo per quello che è, che quello che deve essere fatto durante l'estate sia relativamente poco e che possa rimanere un giocatore importante per noi.

Nel nostro podcast di anteprima di Patreon, Lewis e io abbiamo discusso del potenziale di un trio di centrocampo formato da Declan Rice, Martin Odegaard e Kai Havertz, con un tre di punta composto da Gabriel Martinelli, Bukayo Saka e Jesus. So che Havertz si è comportato molto bene lassù ultimamente, ma Arteta non esclude di utilizzarlo nuovamente a centrocampo – e penso che dipenda, in larga misura, da chi possiamo schierare in attacco. Gesù rende questa opzione credibile, più di Eddie, per esempio.

Successivamente, Oleksandr Zinchenko e la sua forma in questa stagione. Sono un tifoso, ma posso anche riconoscere che non è stato al meglio in questa stagione. Le cose che fa con la palla non compensano alcuni problemi difensivi nella stessa misura della scorsa stagione, ma su di lui Arteta ha dato un voto di fiducia:

Penso che Alex abbia la personalità per giocare in qualsiasi partita, in qualsiasi condizione, essendo se stesso. È una cosa importante da avere. Ha qualche difficoltà, soprattutto a causa degli infortuni, a trovare il ritmo e la consistenza e ora è tornato, ha qualche partita al suo attivo e sta giocando sempre meglio. E' un giocatore davvero, davvero importante per noi.

Come ho detto a metà settimana, il terzino sinistro resta un ruolo a cui mi piacerebbe vedere prestata attenzione questa estate. Il che potrebbe sembrare un po' folle se si considera che abbiamo Zinchenko, Kiwior, Tomiyasu e Jurrien Timber nella squadra attuale, con in palio anche Kieran Tierney e Nuno Tavares. Abbiamo tante opzioni, ma abbiamo quella giusta? Non sono sicuro.

Penso che la discussione su Timber sia interessante, perché anche se penso che possa sicuramente giocare lì, non credo che l'Arsenal abbia comprato un giocatore che ha giocato tutta la sua carriera come terzino destro e difensore centrale destro per giocare come esterno sinistro. Indietro. E' comunque un punto controverso al momento, perché non è pronto per giocare, con Arteta che dice:

Ha ancora qualche passo da fare. Ha bisogno di fare una partita, almeno con l'Under 21 e presto farà anche una partita in casa. Ha fatto tutto in allenamento, ora si tratta di trovare la forma fisica per la partita e avere persone intorno a lui per iniziare a competere in una partita completa che è diversa dall'allenamento.

A poco più di un mese dalla fine della stagione di Premier League, è certamente possibile vederlo giocare, ma vedremo il suo meglio? I giocatori possono impiegare tempo e partite per rimettersi in forma e ritrovare la loro forma, ed entrambe queste cose scarseggiano mentre ci avviciniamo alla fine della campagna. Ovviamente sarebbe un passo psicologico importante per lui, ma è importante mantenere le aspettative realistiche e lasciargli ricostruire la strada per tornare alla piena forma fisica. La prossima stagione vedrà il meglio di Jurrien Timber, ed è una prospettiva entusiasmante, ovunque l'allenatore decida di schierarlo.

Infine, c'è stata una domanda sulla rotazione e se i giocatori possono usare la rabbia di essere lasciati in panchina come motivazione. Arteta ha detto:

Voglio che i giocatori se sono scontenti mi parlino, capiscano il perché e provino a spiegarlo. Ma questi rapporti sono sempre gli stessi. Devono avere quella voglia di giocare e possono essere infelici il giorno della partita. Non è il momento di essere infelici.

Possono arrabbiarsi con me, va bene, ma devono renderlo professionale, non personale, perché è mio ruolo prendere quelle decisioni. Non è la persona che metto in panchina, è il giocatore.

Mi piace davvero l'ultima riga. Che le qualità di ogni giocatore siano distinte da quelle delle persone, il che suona un po' duro, ma questa è la realtà dello sport di alto livello. Non si tratta di chi sei, ma di cosa puoi fare (anche se è giusto dire che a volte i confini tra queste cose sono sfumati). Vediamo quali giocatori potrebbero ritrovarsi chiamati in causa domani.

Giusto, buon sabato gente. Torneremo domani con un'anteprima completa del gioco Villa. Fino ad allora.



Source link

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *